Blade Runner 2049: Ryan Gosling ha parlato del lavoro di Denis Villeneuve

0

Durante il primo giorno del CineEurope di Barcellona, The Hollywood Reporter ha intervistato Ryan Gosling riguardo a Blade Runner 2049, attesissimo sequel del cult di Ridley Scott. In particolare, ha espresso la sua opinione riguardo al duro lavoro del regista canadese Denis Villeneuve (Prisoners, Sicario, Arrival) che ha “ereditato” la macchina da presa.

Ad introduzione dell’argomento, Gosling ha parlato del suo legame con il primo film del 1882, dicendo di averlo visto la prima volta all’età di 14: “È un film iconico per molte ragioni. È profondo, potente e ricercato. Ti lascia con più domande che risposte, cosa che non riuscivo a capire da ragazzino. […] È stato entusiasmante come fan sapere che alcune di queste domande potrebbero trovare risposta e che potevo tornare in quell’universo, esplorarlo e vedere come le cose si sono sviluppate.” Riguardo al regista canadese, l’attore ha detto che è stato “fedele all’originale, ma allo stesso tempo non si è fatto intimorire”.

Anche lo stesso Villeneuve è stato intervistato e ha spiegato quanto fosse fondamentale per Ridley Scott riavere tra i protagonisti Harrison Ford“Quando Ridley [Scott] ha deciso di fare il sequel, la prima cosa è stato chiedere a Harrison [Ford] se era interessato a riprendere il ruolo [il cacciatore di replicanti Rick Deckard]. Così, ho incontrato l’attore e abbiamo parlato di quello che volevo fare con il sequel. S’è subito sentito a suo agio con il fatto che avevo preso le redini del progetto”.

Blade Runner 2049 uscirà in Italia il 5 ottobre e avrà nel cast Harrison Ford, Ryan Gosling, Jared Leto, Robin Wright, Dave Bautista, Ana de Armas e Sylvia Hoeks.

Share.

About Author

Laureato in “Progettazione e Gestione di Eventi e Imprese dell’Arte e dello Spettacolo” con una tesi sul percorso registico di Noah Baumbach e, in particolare, sull’aspetto fotografico del suo “Frances Ha”. Adesso, specializzando in “Storia e Critica dello Spettacolo”. Incline alla disperazione quando qualcuno pone la domanda “qual è il tuo film/regista/attore preferito?” perché la risposta sarebbe sempre la stessa, ovvero un banale “io vivo di cinema”.

Leave A Reply