Il naufrago più famoso della storia della letteratura è indubbiamente Robinson Crusoe, il personaggio creato dalla mente di Daniel Defoe, protagonista dell’omonimo romanzo del 1719. Dagli albori del cinema, sono stati prodotti adattamenti più o meno fedeli all’opera, a cominciare da quello di George Méliès del 1902 per finire con l’ultimo film d’animazione della nWave. Diretta da Vincent Kesteloot e Ben Stassen, la pellicola stravolge il punto di vista del romanzo, per farci narrare le vicissitudini di Robinson Crusoe dal pappagallo Martedì e mostrarci il contributo degli animali dell’isola tropicale alla sopravvivenza del naufrago. A prescindere dal punto di vista, quella che ci viene raccontata è tutta un’altra storia. Infatti, il film ha ben poco a che spartire con il classico a cui si riferisce, se non la semplice rappresentazione di un naufragio, e il titolo è solo una chiara mossa di marketing per attirare il pubblico.

robinson-crusoe

L’animazione dà il meglio di sé nella realizzazione degli sfondi, dalle tempeste ai tramonti tropicali, e nella rappresentazione degli animali. Kesteloot e Stassen si erano già cimentati con la flora e la fauna esotica con Le Avventure di Sammy e Sammy 2 – La Grande Fuga, e Stassen aveva prodotto e diritto Wild Safari 3D e African Adventure: Safari in The Okavango.

Sebbene per i bambini sia divertente ed appassionante, soprattutto nella seconda metà, a Robinson Crusoe manca quella magia presente quasi sempre, per esempio, nei capolavori della Disney/Pixar, quel riuscire ad ammaliare non solo i più piccoli, ma anche i loro accompagnatori, veicolando diversi livelli di lettura a seconda dell’età dello spettatore. Appropriato per una spensierata ora e mezza con i propri figli o nipoti, ma nulla di più.

60% Awesome

Un film d'animazione indirizzato solo ai bambini che ha poco a che spartire con il classico di Defoe.

  • 60 %
Share.

About Author

Cinefila e telefilm dipendente, ha promesso di trovare qualcosa da scrivere su di sé, ma è rallentata dalla sua tendenza alla procrastinazione. Dicono che sia figlia unica, ma ha un cane.

Leave A Reply