The Originals 4×11: coppie che scoppiano nella lotta contro l’Ombra

0

In questo caldo torrido più tipico di Agosto che di Giugno, eccoci qui a commentare il nuovo episodio di The Originals, nonché il terz’ultimo della quarta stagione, intitolato A Spirit Here That Won’t Be Broken. Mancano esattamente due puntate al season finale dello show e ancora ho la sensazione di non aver visto quasi niente nel corso di questa stagione. Si sono un po’ adagiati sugli allori probabilmente, perché la grandezza che caratterizzava la serie sembra essersi persa…

Torna a essere protagonista, anche se solo per un episodio, Davina. Quante volte è morta l’ex strega? Ormai abbiamo perso decisamente il conto, e in quest’episodio assistiamo al suo ritorno definitivo. Nonostante sia collegata all’Ombra, Kol fa di tutto pur di non perdere ancora la sua innamorata, addirittura alleandosi anche in un primo momento con la stessa villain Inadu / Ombra.

Giriamo intorno agli stessi argomenti da più di 10 puntate, in ogni nuovo episodio ci aspettiamo qualcosa di più eclatante, magari anche un colpo di scena inaspettato, ma niente di tutto ciò accade. Il nostro team continua a escogitare piani su piani per sconfiggere l’Ombra, e allo stesso tempo la villain si muove indisturbata tra i suoi programmi. Gli episodi sembrano così identici tra loro da farmi dimenticare anche qual è il vero obiettivo di Inadu, a parte uccidere tutti perché è malvagia d’animo e per un suo divertimento personale.

Freya è sempre impegnata con gli incantesimi, e ha sempre l’aria di quella che porta il peso del mondo sulle proprie spalle; Klaus ha perso il rippaaaah in lui; Rebekah continua a tormentare Marcel dicendogli che è innamorata ancora di lui, per poi allontanarlo nuovamente; Hayley inizia a sentirsi Wonder Woman e decide che non ha più bisogno di nessuno; e Hope che, invece di essere una bambina della sua età, sembra già avere 40 anni.

Ammettiamolo, cos’ha di originale la quarta stagione di The Originals? Niente. Solito villain, soliti protagonisti che devono sconfiggere un male, nuove alleanze e vecchi dissapori. A livello di storyline di base non c’è alcun progresso, nessun passo in avanti. Sembra che questo episodio voglia lanciare un’epica battaglia tra l’Ombra e i protagonisti, una battaglia che ha del surreale e dell’assurdo per certi aspetti. La villain, per cercare di proteggere il proprio corpo, decide di creare dei totem (insomma Voldemort 2 la vendetta, dato che questi totem sembra che abbiano quasi la stessa funzione degli Horcrux… non ci si fa mancare proprio nulla). Tali totem sono l’incarnazione cattiva di persone care al nostro team, come per esempio Jackson per Hayley e Keelin per Freya.

Lo scontro tra il bene (che poi tanto bene non è se vogliamo essere puntigliosi) e il male si ‘risolve’ in pochi attimi. Klaus annienta la sorgente che ha prodotto i totem, in modo da permettere a Hayley e Freya di pugnalare l’Ombra con il pugnale intriso del sangue di Hope. Nel frattempo la bambina, su richiesta di Kol, riesce a dividere il legame tra la villain e Davina e quindi giungete pure alle vostre conclusioni… Davina è tornata definitivamente, ma sembra che, al momento, ne abbia abbastanza della vita di New Orleans e di tutte le minacce che vi abitano, e quindi decide di andarsene via con il suo Kol. Ovviamente anche le cose per Elijah si sistemano, dato che Freya riesce a liberare la sua anima dal ciondolo. Insomma, ormai qui non si muore più alla vecchia maniera.

Probabilmente questo showdown tra il team Mikaelson e l’Ombra non è apparso così grandioso perché effettivamente non ci siamo sbarazzati dell’Ombra nel vero senso del termine, ma solo delle sue fattezze umane, del suo corpo. La sua entità continua a vivere, e infatti Inadu è tornata alla forma con cui l’abbiamo conosciuta all’inizio: il fumo azzurro. Tra l’altro sembra che le cose si metteranno ancora peggio, dato che si è impossessata proprio di Hope.

Ancora mi chiedo cosa potranno fare in sole due puntate, se non un qualcosa di tirato via. Vedremo cosa accadrà la prossima settimana con la 4×12 di The Originals.

Share.

About Author

Telefilm e Cinema addicted, è laureata in "Progettazione e Gestione di Eventi ed Imprese dell'Arte e dello Spettacolo" con una tesi che ripercorre le doti attoriali di Tom Hanks, evidenziando in particolare le sue sei interpretazioni in "Cloud Atlas". Fa parte dello staff organizzativo del Florence Korea Film Fest e del Dragon Film Festival.

Leave A Reply