The Originals 4×13: il potere della famiglia

0

E siamo giunti alla fine anche di un’altra stagione di The Originals. Ma come passa il tempo eh! Mi sembra solo ieri che ero entusiasta per questa nuova avventura nata dalla mitologia di The Vampire Diaries, eppure sono passati ben 4 anni. Dopo quattro stagioni, posso confermare che lo show è davvero un secondo The Vampire Diaries, e non a caso, ci sono i dovuti riferimenti e parallelismi nel finale di stagione, intitolato The feast of all sinners.

La protagonista delle due serie è sempre stata una componente ovvia, ma spesso non considerata fino in fondo, proprio perché ritenuta scontata: la famiglia. I due show sono due facce della stessa medaglia. In The Vampire Diaries il concetto di famiglia è iniziato dai due fratelli Salvatore, per poi ampliarsi nel corso delle puntate, e delle stagioni, includendo anche i vari amici. I protagonisti di TVD vedono via via la scomparsa dei loro familiari, e ciò ha portato a rendere ancora più forte i vari legami d’amicizia, tanto che alla fine per esempio consideriamo Bonnie, Caroline ed Elena non delle semplici amiche, ma vere e proprie sorelle. The Originals invece s’incentra proprio sull’incontaminato concetto di famiglia, che alla base ha il motto dell’ “Always and Forever”. I Mikaelson, fin dalle loro origini, promisero di non abbandonarsi mai, in qualsiasi circostanza si fossero trovati con il passare del tempo. Per loro la famiglia è sempre venuta prima di ogni altra cosa, anche se ovviamente non sono mancati i consueti dissidi tra fratelli e sorelle (in realtà anche i litigi stessi rafforzavano la loro unione).

Siamo arrivati, però, a un punto della serie in cui la loro parola d’ordine, il loro principale giuramento viene messo a repentaglio, per poter salvare una new entry della tanto amata e onorata famiglia: la piccola Hope. La figlia di Klaus e Hayley in questa stagione è stata presa di mira dal villain di turno: la terribile Ombra, il cui vero nome è Inadu, che uccide giusto per il piacere di farlo, in modo da diventare l’essere più potente sulla faccia della terra. Ribadisco che questa stagione non mi ha entusiasmata più di tanto, rispetto alle precedenti, ma i finali di stagione… beh i season finale sono sempre un colpo al cuore. Già le palpitazioni erano iniziate la scorsa settimana, quando Vincent aveva avvisato i fratelli che il loro Always and Forever sarebbe dovuto finire per sempre, se avessero voluto davvero salvare Hope, posseduta all’Ombra.

Come dicevo, la famiglia viene sempre al primo posto, anche se questo significa sacrificare parte della stessa famiglia. I Mikaelson decidono di salvare Hope, ma qual è il prezzo che devono pagare per quest’atto eroico? Sì, so che avete capito che qui c’è in gioco la fine della loro leggendaria promessa, ma bisogna ben capire in che cosa consiste. L’Ombra è un’entità troppo potente, e può essere sconfitta solo se viene contenuta all’interno di un corpo altrettanto potente. Purtroppo nemmeno un Original potrebbe contenerla senza esserne sopraffatto (abbiamo visto le conseguenze su Klaus e Marcel), per cui Vincent afferma che l’unica soluzione è quella di dividere l’Ombra in Klaus, Elijah, Rebekah e Kol. Questa è la buona notizia, ma ogni buona notizia è accompagnata sempre anche da quella cattiva. Così facendo una parte dell’Ombra vivrà sempre in ognuno di loro, per tale motivo le strade dei fratelli dovranno dividersi, e non incrociarsi mai più, altrimenti tutte le varie parti della villain saranno nuovamente insieme e metteranno per l’ennesima volta in pericolo Hope, vanificando il tutto.

Ci sono tanti bei momenti in questo finale di stagione. Tanto per citarne uno, non posso non menzionare il discorso strappalacrime d’addio di Klaus a Marcel. Come un padre, il nostro (ormai) ex ripper saluta colui che ha considerato il suo primo figlio. Le ultime due stagioni di The Originals sono state all’insegna della rivalità tra i due, per cui assistere a questa scena è stato particolarmente emozionante. Per non parlare di quando Marcel inizia a piangere.

Oppure vogliamo parlare di quando Klaus realizza di dover scappare per sempre da sua figlia, per tenerla eternamente al sicuro? E la batosta finale ce la danno ovviamente i momenti di fratellanza tra Elijah e Klaus. Quest’ultimo sa che, non potendo più tornare dalla propria famiglia, ricadrà in quel vortice di oscurità e malvagità che una volta erano il suo marchio di fabbrica, e nonostante ne sia in parte spaventato, chiede al fratello di non salvarlo come ha fatto in questi ultimi millenni, di non tornare per lui. Elijah decide di mantenere la promessa fatta a Klaus, e per cercare di onorarla, consapevole che non avrebbe potuto rispettarla se il fratello fosse ricaduto nelle tenebre, opta una scelta drastica: farsi soggiogare da Marcel affinché dimentichi la sua famiglia, in modo da proteggerla. I brividi… il nostro gentleman Elijah è tornato compiendo forse il gesto più nobile della sua esistenza. In realtà Klaus ha avuto una sua piccola ‘gioia’ in tutto ciò, ora può vivere accanto al fratello, anche se in disparte, dato che Elijah non ricorda più nulla e quindi la loro vicinanza non determina un pericolo per Hope.

Un finale dolce-amaro che non finisce bene, ma neanche male. I fan di The Vampire Diaries (tra cui ci sono anche io ovviamente :p) avranno un ulteriore colpo al cuore quando leggeranno il cartello di Mystic Falls e vedranno la tenuta dei Salvatore. Ebbene sì la piccola Hope è finalmente entrata nella celebre scuola per bambini speciali di Caroline e Alaric. La gioia più grande però ce la dà Rebekah, o meglio ce la danno Rebekah e Marcel, dato che il vampiro si è finalmente deciso a lasciar perdere quella Sofya, e a recuperare il suo sogno d’amore con la blondie (immaginate i cori da stadio).

Con la fine dell’Always and Forever, con i nostri Mikaelson divisi e sparsi in varie città del mondo, chissà che storyline decideranno di adottare nella quinta stagione. Ci sono comunque tutti i presupposti per creare una stagione fenomenale, che in qualche modo può anche far dimenticare la lentezza e la noia generale della quarta. Vi lascio con queste domande: Cosa ne sarà di Elijah e Hayley? Il nostro Elijah non sarà più il Mr. Swish che amavamo profondamente, ora che ha perso la memoria? Che accadrà con i fratelli divisi? Come spiegheranno gli eventi accaduti nel lasso temporale tra la quarta e la quinta stagione? (vi ricordo che l’attrice che interpreta Hope cambierà, in quanto vedremo una Hope più grande). Troppi dubbi che già mi assillano, e pensate che non ve li ho elencati nemmeno tutti.

A ogni modo, grazie per aver seguito insieme a me sia TVD che The Originals quest’anno. Vi ringrazio immensamente, e vi lascio con questo tenero sorriso di Klaus, per darvi appuntamento al prossimo anno con la quinta stagione di TO!

Share.

About Author

Telefilm e Cinema addicted, è laureata in "Progettazione e Gestione di Eventi ed Imprese dell'Arte e dello Spettacolo" con una tesi che ripercorre le doti attoriali di Tom Hanks, evidenziando in particolare le sue sei interpretazioni in "Cloud Atlas". Fa parte dello staff organizzativo del Florence Korea Film Fest e del Dragon Film Festival.

Leave A Reply